Manufacturing Capability Management

Manufacturing Capability Support

 

Che cos’è la Gestione delle Capability di Processo?

“L’ingegneria di processo è molto di più che assemblare le parti. Ha a che fare con le idee, testare i principi e il perfezionamento del design, così come dell’assemblaggio finale” James Dyson

Accialini Training & Consulting aiuta le aziende ad analizzare la loro attuale capability e ad identificare la strategia più efficace per migliorarla. Ciò significa:

  • miglioramento dell’attuale capability: se la tua tecnologia è matura abbastanza per i tuoi requisiti di progetto e processo, questa è la migliore soluzione da adottare; 
  • sviluppo di nuove capabilityse stai sviluppando prodotti innovativi o vuoi introdurre un deciso cambio di passo nel tuo processo attuale, probabilmente hai bisogno di una nuova capability.

“Penso che questo sia il miglior consiglio possibile: pensa costantemente a come potresti fare le cose meglio e mettiti in discussione” E. Musk

 

Manufacturing Capability Management

Come possiamo aiutarti?

Masterclass sulla Gestione della Capability di Processo

La Masterclass sulla gestione delle capability produttive mira a fornire una metodologia ben strutturata per gestire correttamente le capability produttive.

Il corso è strutturato in 5 moduli principali:

  • Valutazione delle capacità produttive: la capability produttiva è in linea con le aspettative dell’azienda?
  • Ingegneria Simultanea: come progettare prodotti per migliorare le nostre capability?
  • Miglioramento di Processo: come migliorare i nostri processi?
  • Acquisizione di Capability: come sviluppare / acquisire nuove capacità e ridurre i rischi associati?
  • Controllo di processo: come monitorare e controllare la nuova capacità di produzione?

Manufacturing Capability Assessment

Il primo passo è valutare la tua attuale capability, che si tratti di capability di processo o capacità produttiva. L’obiettivo è scoprire l’approccio migliore per il cliente:

  • E’ stato seguito un approccio di Ingegneria Simultanea?
  • Ci sono margini per migliorare l’attuale capability di processo?
  • E’ più conveniente implementare un nuovo processo?

Ingegneria Simultanea

Con il termine Ingegneria Simultanea ci si riferisce ad un approccio in cui le funzioni di ingegneria di progettazione, ingegneria di produzione e altre funzioni sono integrate per migliorare, la capacità del prodotto, di conseguenza robustezza e la qualità dei processi. Al fine di soddisfare l’intento progettuale, il prodotto finale deve essere adeguatamente progettato dal punto di vista della produzione. Accialini Training & Consulting è in grado di supportare le aziende a condurre la fase di ingegneria simultanea nella maniera più appropriata.

 

Manufacturing Capability Improvement

Se la risposta è migliorare la capability esistente, probabilmente non avrai bisogno di investire in nuovi impianti o macchine, ma dovrai piuttosto trovare una soluzione intelligente per ottimizzare il tuo sistema.

Ciò implica principalmente l’uso degli strumenti Lean Six Sigma per identificare la causa principale dei problemi.

Pertanto, i seguenti passaggi saranno:

Abbiamo sviluppato un toolkit progettato appositamente per identificare la causa primaria del problema.    

Questo è probabilmente il passaggio più creativo del processo. Abbiamo identificato il problema e ora dobbiamo trovare una o più soluzioni potenziali. Il modo migliore per trovarle è attraverso un approccio ben definito e strutturato.

A questo punto, le soluzioni potenziali devono essere valutate attentamente dal team di miglioramento per selezionare quella più appropriata in base ad esempio all’efficacia, facilità diimplementazione e costi.

Abbiamo identificato potenzialmente più di una soluzione e scelto la più promettente. Ora è tempo di implementarla e vedere come impatta sul processo.

Una volta che la soluzione è stata implementata, ora è il momento di raccogliere nuovi dati e valutare la nuova capability. La soluzione ha migliorato la capacità quanto basta? O dobbiamo introdurre un altro miglioramento? O forse è meglio procedere con un cambio di passo?

Manufacturing Capability Acquisition

Se il risultato dell’assessment preliminare è di sviluppare una nuova capability, o se questa decisione è scaturita dopo aver provato a migliorare quella esistente senza successo, allora l’approccio sarà quello di seguire la struttura del Manufacturing Readiness Level (MRL). 

La struttura MRL cosiste in un approccio Stage-Gate sviluppato dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DOD) per valutare la prontezza produttiva. Ad oggi tale approccio è ampiamente utilizzato nell’industria per mitigare i rischi associati allo sviluppo di nuove capability di processo.

Pertanto, i prossimi passi saranno:

Se la risposta è “sì”, il primo passo è quello di fornire alle persone coinvolte nei progetti MCA una panoramica del processo.

Quando si inizia un nuovo progetto MRL, è conveniente eseguire un’analisi finanziaria preliminare per valutare i benefici di costo ed eventuali gaps.

L’analisi delle parti interessate, dette anche “Stakeholders”, è un altra fase importante da tenere in considerazione. Infatti, è fondamentale identificare chi sono le parti interessate e quale approccio utilizzare con ognuna di esse in modo da mitigare eventuali rischi futuri.

Quali sono le aspettative dei nostri clienti? Come soddisfare i loro requisiti? Per rispondere a queste domande è necessario prima identificare appunto i requisiti. La maggior parte delle volte questa fase viene sottovalutata, perché capita spesso che i clienti non sappiano ciò che vogliono.

I progetti MRL sono innovativi e, per definizione, i progetti innovativi sono associati a rischi. Inoltre, quando si parla di  capacità produttiva, si parla in genere di grandi investimenti, quindi di rischi elevati. Per questo motivo, è fondamentale prevenire e/o mitigare correttamente tali rischi.

Nella fase di pianificazione del progetto, vengono definite le tempistiche, così come il budget e le risorse umane da impiegare.

La Project Charter può essere definita come il cuore di ogni sforzo organizzato per acquisire nuove capacità produttive. Contiene i motivi per cui il progetto è stato avviato, gli obiettivi, le linee guida e i contorni del progetto. È il “chi, cosa, dove, quando e perché” del progetto.

L’ultimo step è il meeting di lancio del progetto, il kick off meeting, dove il progetto, nella forma della Project Charter, viene discusso con il Management ed eventualmente approvato.

Stai cercando supporto nei processi produttivi?