Aviation Valley: una regione strategica nel cuore della Polonia

Pratt & Whitney Rzeszow

Il settore aerospaziale è stato probabilmente tra i più colpiti dalla crisi economica causata dalla pandemia del Covid-19. Tuttavia, secondo alcuni analisti del settore tra cui Roland Berger (Figura 1), la ripresa è ormai iniziata (scenario 2) e anche se ci vorrà un po’ per tornare a livelli pre-pandemia, tuttavia molte aziende si stanno rimettendo in moto per affrontare le sfide dei prossimi decenni, principalmente legate alla decarbonizzazione, ovvero alla riduzione del 50% delle emissioni di CO2 entro il 2050 (Figura 2).

Figura 1: previsione ripresa post-pandemia nel settore aeronautico. Fonte: Roland Berger
Figura 2: roadmap riduzione CO2 -50% entro 2050. Fonte: IATA

In questo senso, un ruolo fondamentale verrà ricoperto dal settore manifatturiero aeronautico polacco. Nel sud-est della Polonia, infatti, si trova l’Aviation Valley, ovvero un cluster di aziende attive del settore aerospaziale nato nel 2003 con l’obiettivo di sviluppare l’industria aeronautica della regione attraverso collaborazioni nel campo della ricerca e sviluppo, la riduzione dei costi attraverso lo sviluppo di una supply chain integrata e la collaborazione con istituti locali e internazionali.

Quali aziende fanno parte dell’Aviation Valley?

Per chi non è dell’ambiente, potrebbe sembrare singolare che un settore ad elevata tecnologia come quello aeronautico sia così fortemente sviluppato in un’area geografica dell’Est Europa. Per chi invece conosce già questo business, la cosa non può suonare strana: in quest’area infatti hanno scelto di aprire i propri stabilimenti produttivi realtà leader del settore aeronautico: parliamo ad esempio di Pratt & Whitney, uno dei 3 principali produttori di motori aeronautici insieme a GE Aviation e Rolls-Royce. In particolare, tra Rzeszów e Kalisz si producono alcuni dei componenti più critici della famiglia di motori PurePower Engine con architettura Geared Turbofan (GTF). Tale architettura permette infatti la riduzione dei consumi in maniera significativa grazie all’introduzione di un riduttore di potenza collocato tra il fan e la turbina di bassa pressione.

Non solo: sempre a Rzeszów troviamo MB Aerospace, altro player internazionale e produttore di vari componenti primari a livello motoristico. Con diverse sedi distribuite tra Europa, Regno Unito, Stati Uniti e Asia, MB vanta più siti produttivi proprio in Polonia .

Anche MTU Aero Engines, azienda tedesca leader nella produzione di componenti motoristici, ha scelto Rzeszów per la sua sede in Polonia.

Lo stesso ha fatto Rolls-Royce che ha aperto la sua JV strategica con Safran Transmission Systems a Ropczyce. Nel 2014 viene annunciato infatti AeroGearbox International con l’obiettivo di sviluppare le scatole accessori dei futuri motori Rolls-Royce, appunto.

Tra le altre, infine, vale la pena di menzionare PZL – Mielec, il maggior produttore polacco di aeromobili, e acquisita nel 2007 dalla nordamericana Sikorsky Aircraft Corporation (gruppo UTC).

Un ecosistema ideale per il settore metalmeccanico aeronautico

La caduta dell’Unione Sovietica a partire dagli anni ’90 ha permesso lo sviluppo dei mercati dell’Est Europa principalmente grazie alla manifattura a basso costo.

Tuttavia, la Polonia storicamente si contraddistingue anche per le elevate competenze tecnologiche, con aziende metalmeccaniche di primordine che, con l’apertura dei mercati, hanno saputo espandersi fuori dai confini nazionali. Un esempio? Seco/Warwick, produttore noto soprattutto nel mondo degli impianti di trattamento termico con una storia centenaria, che nasce negli Stati Uniti per svilupparsi su scala globale. Oggi la sede centrale si trova proprio in Polonia, precisamente a Swiebodzin, non lontano da Poznan.

 

Altro fattore non trascurabile è la presenza di una infrastruttura in forte crescita, soprattutto nelle arterie principali. Rzeszów, ad esempio, è raggiungibile dall’aeroporto di Cracovia in appena 2h di auto grazie alla sua autostrada (gratuita).

 

Altro fattore non trascurabile è l’ottima conoscenza della lingua inglese su cui è possibile fare affidamento nei centri industriali: rispetto ad alcune realtà europee (per esperienza Italia, Spagna e Francia), in Polonia è certamente più semplice sviluppare il proprio business in inglese.

 

Infine, la valuta nazionale, lo złoty, favorisce le esportazioni a causa della sua intrinseca debolezza rispetto ai più forti euro e dollaro.

Una regione europea su cui puntare per sviluppare il proprio business

Alla luce di quanto descritto, l’Aviation Valley polacca promette di essere un settore in espansione su cui puntare per i prossimi anni a venire, senza scomodare posti più esotici quali India, Cina o Messico.

Possiamo riassumere quindi i principali vantaggi nei seguenti punti:

  • presenza di primarie aziende aeronautiche a livello internazionale
  • presenza di una supply chain ben sviluppata
  • bassi costi di manodopera (non si sa ancora per quanto!)
  • elevate competenze a livello tecnologico manifatturiero
  • infrastruttura sviluppata e in espansione
  • ottima conoscenza della lingua inglese
  • la debolezza della valuta nazionale favorisce l’export

Come possiamo aiutarti?

Se sei un’azienda metalmeccanica e vuoi entrare in contatto con questa realtà, Accialini Training & Consulting può fornirti un valido punto di contatto per espandere il tuo business nella regione. Siamo infatti in grado di fornirti supporto nella gestione delle attività di business nella regione e di indirizzarti verso una o più aziende che potrebbero essere interessate ai tuoi servizi.

Per maggiori informazioni, ti consigliamo di leggere il nostro servizio dedicato in questa pagina.

 

Infine, nel caso fossi interessato ad espandere il tuo business in maniera autonoma ma non hai la confidenza necessaria con la lingua inglese, possiamo offrirti classi private 1-to-1 il tutto completamente online (niente sprechi di tempo di trasporto e meno costi!) e con insegnanti madrelingua. Leggi qui.

Per maggiori info, contattaci per discutere i tuoi bisogni nel dettaglio.

Infine, non dimenticarti di iscriverti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su nostri servizi.

A presto.

Iscriviti alla Newsletter!
Eventi
Testimonianze

Ho avuto il piacere di frequentare alcuni dei suoi preziosi corsi. Tecnicamente molto capace e ottima capacità dialettica e interlocutoria. Le innovazioni del settore e le ultime novità tecnologiche sono il suo punto di forza.

Giovanni Veronese
CEO, Studio Tecnico Sistemi S.r.l.

Nicola super coinvolgente, ben chiaro, sempre aperto al dibattito e disposto ad accettare i diversi punti di vista. Molto disponibile anche fuori dagli orari del corso per dubbi. Esperienza positiva. ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Katia Gaspari
Progettista CAD, SDM tooling S.r.l.

Corso estremamente interessante eseguito da un relatore competente e professionale pronto ad ogni risposta per dubbi e perplessita

Alberto Dalmasso
Disegnatore meccanico, SDM tooling S.r.l.

Nicola è un manufacturing engineer con molta esperienza, specialmente per quanto riguarda gli ingranaggi. Ha adottato idee derivanti dal mondo dell’Industria 4.0, Big Data e Automazione trasformandole in soluzioni pragmatiche.

Tim Sowa
Capability Acquisition Leader, Aerospace Transmission Technologies

Profonda conoscenza nel campo della manifattura per la produzione di ingranaggi e ottime competenze organizzative nei processi di miglioramento continuo.

Ezio Dadone
Gears & Special processes Business Leader, Avio Aero - a GE Aviation Business
close

ebook GRATUITO!

specialmente per te

Iscriviti per ricevere gratuitamente la copia del libro la Fabbrica Intelligente, e per rimanere sempre aggiurnato suo nostri servizi e offerte!

We don’t spam! Read our privacy policy for more info.

close

ebook GRATUITO!

specialmente per te

Iscriviti per ricevere gratuitamente la copia del libro la Fabbrica Intelligente, e per rimanere sempre aggiurnato suo nostri servizi e offerte!

We don’t spam! Read our privacy policy for more info.